Baviera

La Nuova Residenza di Bamberga

RESIDENZBamberga si presenta ai nostri occhi come una perla della regione bavarese: piccola cittadina situata sul fiume Regnitz, suscita l’interesse di storici e visitatori in quanto estremamente ricca e variegata.

Non a caso, l’Altstadt (o Città Vecchia) è stata inserita nell’elenco dei patrimoni dell’umanità UNESCO, in particolare grazie al mantenimento e alla cura del suo aspetto medievale e, dunque, dello stile architettonico che caratterizza la città stessa. Nel centro storico spicca sicuramente il Kaiserdom (il Duomo imperiale), una delle sette cattedrali imperiali tedesche nonché una delle opere più importanti nell’ambito dell’architettura romanica. Ma senza discostarci troppo da un contesto religioso, Bamberga può vantare un’altra struttura altrettanto imponente e curata in ogni dettaglio: la Neue Residenz o Residenza Nuova dei Principi-Vescovi.

L’antico palazzo sorge, come il duomo, nella Piazza centrale, diametralmente opposto alla posizione di quest’ultimo; esso costituisce uno dei più bei edifici barocchi che possiamo ammirare in questa zona. La realizzazione di una residenza così sfarzosa fu promossa dal principe-vescovo Johann Philipp von Gebsattel il quale, nel 1602, diede avvio alla prima delle due fasi di costruzione del palazzo. I lavori (iniziati poi nel 1608) portarono all’innalzamento delle due facciate principali, in pieno stile rinascimentale, lungo Obere Karolinenstraße. Tra il 1697 ed il 1703, l’ambizioso arcivescovo Lothar Franz von Schönborn avviò la seconda fase dei lavori di costruzione, nell’intento di ampliare l’edificio e di farlo avanzare verso la Domplatz. L’architetto Leonhard Dientzenhofer, a cui fu affidato il compito, riuscì abilmente a dar vita alle altre due ali che compongono la residenza, impiegandovi uno sfarzoso stile barocco.

Ma osserviamo ora le meraviglie che un tale palazzo ha da offrirci: la struttura, anzitutto, conta circa 40 stanze come anche un idilliaco e curatissimo roseto. Oggi ai visitatori è concesso stupirsi alla vista degli elaborati interni, tra cui spiccano diverse “sale di rappresentanza”: la Marmorsaal (“Sala di Marmo”), la Spiegelgalerie, (“Galleria degli Specchi”) e la grande Kaisersaal, (“Sala dell’Imperatore”); quest’ultima, in particolare, si fregia di un soffitto affrescato con un trompe-l’œil raffigurante imperatori romani e antiche civilizzazioni. La sontuosa decorazione interna venne

eseguita nella prima metà del ‘700 dagli artisti Johann Jakob Vogel, Antonio Giuseppe Bossi (per gli stucchi) e Melchior Michael Steidl (per gli affreschi); invece, nelle anticamere che conducono alla residenza del principe, è possibile ammirare i dipinti di Bernardo Bellototto, il cui soggetto principale sono degli scorci sul paesaggio veneziano. Infine, il primo piano della residenza contiene l’importante Staatsgalerie (“Galleria di Stato”): essa costituisce un ramo secondario della Bayerische Staatsgemäldesammlungen (“Pinacoteca di Stato Bavarese”) ed è possibile osservarvi i dipinti di numerosi e antichi pittori tedeschi, tra cui il celebre Diluvio di Hans Baldung Grien (1516), il Sacrificio d’Isacco (1530) e la Lucrezia (1538) di Lucas Cranach il Vecchio.

E, naturalmente, potete rivolgervi in ogni momento alla nostra associazione di guide turistiche per richiedere una bellissima visita guidata in italiano a Bamberga. Ecco il link con i nostri contatti.

Indirizzo della Nuova Residenza:
Domplatz 8, 96049 Bamberg

Jessica Dionigi 18.07.2017