Baviera

I dolci della Baviera

KUECHLERUNDLa Franconia è, in gran parte, cattolica. Per questo motivo le feste patronali sono – anche in questa regione – così importanti come in Italia.

 

Mentre, fino a 20esimo secolo inoltrato, in campagna l’alimentazione era relativamente parca, le feste patronali erano un’occasione per mangiare specialità tipiche e saziarsi veramente. La carne di manzo e di maiale chiaramente non poteva mancare. Dalla metà del 20esimo secolo erano quasi insostituibili una minestra con diverse pastine o ingredienti, un arrosto con i “Klöse” ed insalata. Le specialità frequenti oggi sono: carne bollita e servita con kren, Schäufele (spalla di maiale arrosto), salsicce, arrosti vari, carni varie in aspic.

KUECHLEAnche i dolci non mancavano e non mancano. Fra essi sono da annoverare i cosiddetti “Knieküchle”, grandi frittelle rotonde che prendono il loro nome dalla parola “Knie” = ginocchio. La tradizione vuole che le donne della Franconia preparassero la pasta per poi stenderla sulle proprie ginocchia fino a farla diventare, al centro, così sottile da potere leggere un messaggio d’amore posto sull’altro lato della pasta. Insomma guardando “attraverso la pasta”. In Franconia esiste anche il modo di dire: “Willst scheyne Schüssalasküchla baggn, brauchst braade Knie“ che significa “Se vuoi preparare dei bei Küchle, allora devi avere le ginocchia larghe.” Mentre una volta questi dolci si potevano mangiare solo in occasioni particolari, soprattutto importanti festività religiose, oggi si possono avere ogni giorno e in quasi ogni panetteria. Ne esistono inoltre due varianti in base alla forma: quella rotonda con una parte centrale chiara molto estesa sarebbe tipica delle zone cattoliche e quella rotonda con la parte centrale chiara limitata, ma un bordo molto largo, sarebbe invece tipica delle zone protestanti. Secondo un'altra tradizione si dice anche che quelli cattolici sarebbe cosparsi di zucchero iin polvere solo nel mezzo, mentre quelli protestanti sarebbero cosparsi di zucchero solo sul bordo.

Una cisa è sicura: tutte le varianti sono ottime.

Norimbega, 04.07.2018