Il museo del Castello Imperiale di Norimberga

BURGRIZZI
In un precedente articolo è stato presentato l'imponente Kaiserburg, il castello imperiale ed è proprio da uno degli ambienti citati, la Kaiserkapelle, che si può accedere, tramite una galleria, alle sale che fungevano da appartamenti per gli imperatori di passaggio, dedicate oggi ad accogliere l'interessante museo del castello.



L'esposizione museale inizia presentando una panoramica storica su quello che era l'istituto Imperiale, sul suo funzionamento e sulle dinamiche di potere che lo attraversavano, compito che doveva risultare non agevole nemmeno al tempo dell'impero stesso. Il museo riesce però a farti accedere gradualmente in quel mondo, conclusosi definitivamente nel 1806 con l'abdicazione dell'ultimo imperatore. Il materiale esposto si concentra soprattutto sulla prima fase dell'istituzione imperiale e sul consolidamento delle procedure d'elezione imperiali. Lungo la storia di sangue e valore che, dall'ascesa della dinastia ottoniana nel lontano X secolo d.c,  porta al definirsi, avvenuto nel 1356 con la bolla d'oro di Carlo IV di Lussemburgo, del sistema dei 7 elettori. Le loro imponenti figure in pietra si trovano lungo tutto uno dei lati di una sala, di fronte alla rappresentazione dell'imperatore che sorregge la spada ed il globo imperiale. Tutta la sala è ricolma poi di documenti e reperti storici testimonianti vari aspetti del mondo imperiale: da elaborate coppe in cristallo con gli stemmi delle varie casate, alla riproduzione della Lancia di Longino che fu conservata a Norimberga dal 1424 al 1796.

Procedendo nel corso del museo ci si addentra all'interno degli appartamenti, compreso quello dell'imperatore. Grandi stufe provvedevano a scaldare quelle che dovevano, in inverno, essere gelide stanze da letto le quali erano però ornate con elaborati soffitti dalle varie pitture: dagli stemmi delle casate dell'impero alla solenne aquila bicefala curiosamente invertita nei colori classici di rappresentazione (gialla su sfondo nero, invece che viceversa). Preziosi calici d'oro ed altri cimeli sono custoditi nelle teche presenti in queste stanze, dimostrazioni tangibili delle abilissimi maestranze che lavoravano a Norimberga, capaci di sfornare autentiche opere d'arte.

Ma gli abili fabbri non si limitavano alla produzione di coppe e calici. Terminata la prima parte del museo il visitatore ha la possibilità di immergersi in una sezione distaccata del Museo Nazionale Germanico. All'interno di numerose sale una grande esposizione di armi ci fa conoscere l'evoluzione dell'arte bellica dalla fine del Medioevo fino al 1700 inoltrato. Le spesse armature complete accompagnate dai cannoni e dai moschetti che le avrebbero rese con il tempo obsolete, numerosi esemplari di armi bianche dalle varie fatture e scopi, dalle spade e dalle sciabole alle alabarde, le picche e vari armi da punta di fanti e cavalieri prima e di rappresentanza di ufficiali poi. Queste sale sono per gli appassionati di ambito militare un vero tesoro da non perdere ed il viatico che conduce all'ultima stanza del museo che espone una serie di reperti archeologici risalenti al primo nucleo del castello che ancora oggi in un'epoca di pace, non cessa di sorvegliare dall'alto della sua collina la città di Norimberga.

Per ogni informazione sul castello imperiale, sulla città e sulle visite possibili non esitate a contattarci e scoprire le offerte di Scopri Norimberga! Ecco il link con i nostri contatti.

Indirizzo Castello Imperiale:
Kaiserburg , Burg 13, 90403 Nürnberg

Leggi anche:
Corona Imperiale 3D

La Ristrutturazione del Castello Imperiale

Il maestoso Kaiserburg

Copyright Foto: Gabriella Rizzi, Capyright articolo Mattia Spadoni