Il maestoso Kaiserburg

KAISERBURGSituato in cima alla collina rocciosa che sovrasta Norimberga, il Castello imperiale (o Kaiserburg) rappresenta una delle più importanti fortificazioni appartenute al Sacro Romano Impero, oltre a costituire il punto di riferimento della città stessa.

La maestosa struttura, che si pone di fronte agli occhi dell’osservatore, conta due parti distinte: il castello vero e proprio ed il cosiddetto Burggrafenburg; quest’ultimo, in particolare, si evidenzia come la parte più antica della roccaforte, situata nella sezione ovest delle mura e di origine salica. L’area si è rivelata di fondamentale importanza dal punto di vista archeologico, in quanto farebbe risalire la prima parte della struttura all’anno mille; difatti, nonostante sia noto che tutti gli imperatori del Sacro Romano Impero occuparono il castello fra il 1105 ed il 1571, le tracce presenti ci conducono ancora più indietro nel tempo. Grazie agli scavi condotti negli anni ’90, è stato possibile riportare alla luce i resti di un’antica cappella salica, mentre i successivi lavori del 2001 hanno poi rinvenuto le fondamenta di un ulteriore torrione, dotato di pareti spesse due metri ed un muro di difesa. Purtroppo, nemmeno le fonti ci aiutano a fare chiarezza sulle origini di questa roccaforte, apparsa per la prima volta nei documenti ufficiali solo nel 1105.

L’era d’oro della fortezza fu dunque il periodo in cui venne occupata dai diversi imperatori, anche se non dobbiamo immaginare il Kaiserburg come una sorta di fissa dimora: nel corso del Medioevo era usanza che i sovrani del Sacro Romano Impero, una volta eletti dal Papa, non avessero una capitale ben precisa; piuttosto, erano soliti spostarsi all’interno del proprio regno e quindi passare da un castello all’altro. Eppure, quello che possiamo ammirare a Norimberga assunse un’importanza particolare e divenne la sede principale di eventi e soggiorni nel corso dei secoli; purtroppo, la struttura iniziò a perdere la sua importanza in seguito ad un evento ben preciso: con la Guerra dei Trent’anni (1618-1648) Norimberga si trasformò in una zona di scontri e di trincea, anche se la roccaforte non venne mai conquistata. Sarà soltanto con l’ascesa del nazismo che il Kaiserburg tornerà agli antichi splendori: a partire dal 1933, i nazisti convertirono il palazzo in un luogo di ricezione per i raduni annuali del partito; il castello si ritrovò così a fare da sfondo simbolico al regime, tanto che una serie di restauri furono diretti dallo stesso generale delle SS, Rudolf Esterer, nel 1934. Sempre nel corso del secondo conflitto mondiale, la struttura subì gravi danni a causa dei bombardamenti ad opera degli alleati; rimasero, così, intatte soltanto la cappella e la Sinwellturm.

In seguito alla grande opera di restauro, a cui la struttura fu sottoposta nel dopoguerra, gli odierni visitatori possono ancora godere delle bellezze che tanto l’esterno, quanto gli ambienti interni, hanno da offrire. Attraversando la tradizionale via d’accesso al castello (Burgstraße), possiamo accedere al cortile interno, oltrepassando la Himmelstor, situata vicino alla Sinwellturm; quest’ultima, costruita nella seconda metà del XIII secolo, era il principale mezzo di difesa e deve il proprio nome alla sua stessa forma (“sinwell”, ovvero “perfettamente rotonda”). All’intero del cortile possiamo immediatamente notare la piccola struttura medievale volta a contenere il Tiefer Brunnen, ovvero il pozzo, l’unica fonte d’acqua disponibile al tempo. La Inneres Tor ci conduce poi verso l’Innerer Burghof, il cortile interno; questo, a sua volta, è circondato dal palazzo, dalla cappella imperiale e dalla zona riservata alle dame (Kemenate). Il Palas costituisce l’edificio principale del castello e si sviluppa su due piani, utilizzati sia come residenza reale che per le funzioni ufficiali; la Kaiserkapelle si rivela, invece, l’elemento più importante dal punto di vista architettonico: è una doppia cappella romanica, in cui quella superiore è connessa alla parte inferiore soltanto attraverso un’apertura nel pavimento, rappresentando così la struttura gerarchica della società medievale. Infine, se questo magnifico palazzo non vi avesse del tutto convinto, lo farà sicuramente la splendida ed inedita vista del centro storico, che soltanto la prospettiva del Kaiserburg è in grado di offrirci.

E, naturalmente, potete rivolgervi in ogni momento a "Scopri Norimberga" per richiedere una  visita guidata in italiano all'interno del Castello Imperiale di Norimberga. Ecco il link con i nostri contatti.

Indirizzo del Castello Imperiale:
Kaiserburg , Burg 13, 90403 Nürnberg

Leggete anche:

Il Museo del Castello Imperiale di Norimberga

Corona Imperiale 3D

 

Jessica Dionigi, 14.07.2017